user_mobilelogo

Trasformiamo le nostre città in Città Giardino

Convegno BonusVerdeTra le varie attività normative sviluppate e condotte all’approvazione del Consiglio della Regione Lazio, la Consigliera Cristiana Avenali è stata promotrice dell’art. 26 della LR 12/2016. Con tale articolo di legge la Regione Lazio è stata la prima Regione a recepire alcuni fondamentali contenuti della Legge 10/2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”.

In particolare il comma 3 del citato articolo 26 prevede:

 “La Giunta regionale adotta entro un anno con propria deliberazione i criteri di indirizzo per i comuni e le modalità di attuazione di quanto previsto dall’articolo 6, comma 1, della legge 4 gennaio 2013, n.10.”.

Si aprono così dei percorsi facilitati, basta una delibera della Giunta, per quanto previsto dal comma 1 dell’articolo 6 della L 10/2013, che certamente costituisce la parte più operativa della L 10/2013 per l’inverdimento urbano:

 Promozione di iniziative locali per lo sviluppo degli spazi verdi urbani   1. Ai fini di cui alla presente legge, le regioni, le province e i comuni, ciascuno nell'ambito delle proprie competenze e delle risorse disponibili, promuovono l'incremento degli spazi verdi urbani, di «cinture verdi» intorno alle conurbazioni per delimitare spazi urbani, adottando misure per la formazione del personale e l'elaborazione di capitolati finalizzati alla migliore utilizzazione e manutenzione delle aree, e adottano misure volte a favorire il risparmio e l'efficienza energetica, l'assorbimento delle polveri sottili e a ridurre l'effetto «isola di calore estiva», favorendo al contempo una regolare raccolta delle acque piovane, con particolare riferimento:     a) alle nuove edificazioni, tramite la riduzione dell'impatto edilizio e il rinverdimento dell'area oggetto di nuova edificazione o di una significativa ristrutturazione edilizia;     b) agli edifici esistenti, tramite l'incremento, la conservazione e la tutela del patrimonio arboreo esistente nelle aree scoperte di pertinenza di tali edifici;     c) alle coperture a verde, di cui all'articolo 2, comma 5, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n. 59, quali strutture dell'involucro edilizio atte a produrre risparmio energetico, al fine di favorire, per quanto possibile, la trasformazione dei lastrici solari in giardini pensili;     d) al rinverdimento delle pareti degli edifici, sia tramite il rinverdimento verticale che tramite tecniche di verde pensile verticale;     e) alla previsione e alla realizzazione di grandi aree verdi pubbliche nell'ambito della pianificazione urbanistica, con particolare riferimento alle zone a maggior densità edilizia;     f) alla previsione di capitolati per le opere a verde che prevedano l'obbligo delle necessarie infrastrutture di servizio di irrigazione e drenaggio e specifiche schede tecniche sulle essenze vegetali;     g) alla creazione di percorsi formativi per il personale addetto alla manutenzione del verde, anche in collaborazione con le università, e alla sensibilizzazione della cittadinanza alla culturadel verde attraverso i canali di comunicazione e di informazione.
 

In coerenza con il disposto del comma 3, è attualmente in fase finale di approvazione, da parte della Commissione Ambiente del Consiglio e della Giunta della Regione Lazio la prima Delibera riguardante lo sviluppo del Verde Architettonico in ambito urbano:

“Approvazione dei <<Criteri di indirizzo per i Comuni in attuazione dell’articolo 26, comma 3, della legge regionale 10 agosto 2016, n. 12, concernente “Promozione di iniziative locali per lo sviluppo degli spazi verdi urbani", da recepire nel regolamento edilizio comunale>>

Grazie al lavoro sviluppato sul piano normativo, la Regione Lazio ha assunto un ruolo di riferimento a livello nazionale nella promozione del Verde Urbano, in particolare recependo quanto previsto dal comma 1 – art. 6 della L 10/2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”. Tale comma evidenzia in particolare che l’incremento del Verde Urbano produrrà importanti vantaggi per la Salute e il Benessere dei cittadini: Regioni, Province e Comuni adottano misure … volte a favorire il risparmio e l'efficienza energetica, l'assorbimento delle polveri sottili e a ridurre l'effetto «isola di calore estiva», favorendo al contempo una regolare raccolta delle acque piovane”.
 

Nel Convegno si vuole dare evidenza all’esigenza di coinvolgere, oltre alle strutture regionali, gli Enti di Ricerca e Formazione regionali, le Associazioni e le Imprese. Sarà anche data evidenza alla esigenza di formare giovani professionisti in grado di dare vita a nuove aziende per lo sviluppo e applicazione delle tecnologie del Verde Architettonico e per la gestione del Verde Storico.
 

Coniugando le iniziative normative della Regione Lazio con il Bonus Verde erogato a livello nazionale possiamo rendere realizzabile il sottotitolo del Convegno: TRASFORMIAMO LE NOSTRE CITTA’ IN CITTA’ GIARDINO.

scarica qui l'invito al convegno