user_mobilelogo

AIVEP - Associazione Italiana Verde Pensile - è nata a Bolzano nel 1997 per:

  • aggregare tutti coloro che operano professionalmente e scientificamente nel settore del verde pensile o sono interessati alla tematica del verde pensile 
  • unire le risorse e le energie
  • creare sinergie nell’attività di ricerca e di divulgazione delle tecniche di progettazione, esecuzione e mantenimento del verde pensile.

 

In questi anni AIVEP ha ricoperto il ruolo di figura super partes e di garante tecnico e deontologico.
AIVEP è membro dell’EFB -Federazione Europea delle Associazioni Nazionali per il Verde Pensile insieme alle Associazioni operanti in Germania, Olanda, Austria, Svizzera, Ungheria, Gran Bretagna,Svezia e Belgio.

L’Associazione ha come obiettivi:

  • la divulgazione delle tecniche di realizzazione del verde pensile professionale. Queste tecniche formano la moderna disciplina che applica in maniera scientificamente corretta le più innovative metodologie atte a realizzare e mantenere stabilmente il verde pensile su differenti tipologie di coperture, coerentemente con quanto stabilito nella norma UNI 11235 “Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione, il controllo e la manutenzione di coperture a verde”
  • la qualificazione del verde pensile
  • la sensibilizzazione delle Istituzioni centrali e locali

                 - sull’adozione di nuove delibere e di direttive che favoriscano lo sviluppo del verde pensile
                 - sull’applicazione delle norme già esistenti.

  • la creazione di collegamenti con altre Associazioni che operano per la tutela dell’ Ambiente e per lo sviluppo del Verde. 

 Il direttivo dell'associazione, eletto nell'assemblea generale dei soci del 3 ottobre 2016, è costituito da:

 

  • Soci Qualificati: Giorgio Boldini (presidente), Edoardo Bit, Valter Campagnoli, Maurizio Crasso, Matteo Fiori (vice presidente), Maria Elena La Rosa, Ivano Zecchini (vice presidente).
  • Soci Azienda: Vincent De Haas (Zinco GmbH), Alex Rossi (Bauder srl).
  • Soci Ordinari: Stefano Panunzi, Giovanni Poletti, Gianni Terenzi.