Pubblichiamo qui, oltre ad alcune notizie di interesse sull'Associazione apparse sui media nazionali,  le ultime notizie pubblicate via twitter da alcune organizzazioni, italiane ed estere, che si occupano di coperture a verde e di ambiente



logo LaStampaTetti di AstiIl quotidiano "La Stampa" del 9 ottobre 2016 ha dato la notizia che il Consiglio comunale di Asti, ha approvato all’unanimità una modifica del Regolamento edilizio che introduce e incentiva la creazione dei «tetti verdi» sulle coperture piane dei fabbricati. La delibera in questione è in piena coerenza con le indicazioni della legge 10/2013.   Leggi qui la notizia.

 

 

Habitami

Il quotidiano online Key4biz ha recentemente pubblicato un articolo di Flavio Fabbri sul progetto "Habitami" del Comune Milano mirato a promuovere, anche in occasione del prossimo Expo 2015, interventi di riqualificazione energetica e crescita sostenibile. In particolare il verde pensile e il verde verticale vengono individuati come fattori fondamentali per la riduzione dell'inquinamento e dei consumi energetici.

Leggi qui l'articolo

Il progetto “Habitami” è frutto della collaborazione tra il Comune di Milano e un consorzio di aziende e associazioni, tra cui Legambiente e la nostra associata Harpo Group.

 

 

cover_RepSede l'Oreal a MilanoIl quotidiano La Repubblica di giovedì 9 ottobre 2014 ha pubblicato un articolo sugli incentivi fiscali  per la trasformazione dei lastrici solari in "spazi verdi".

Leggi qui l'articolo 

E' significativo sottolineare come la delibera del Comitato per lo Sviluppo del Verde Pubblico sulle detrazioni IRPEF  stia generando un crescente interesse per il  settore di attività di AIVEP.

 

 

archinfo_logoUrbanlake_PNIl portale architetto.info (community on line degli architetti italiani) ha pubblicato ultimamente un interessante articolo del nostro consigliere Edoardo Bit: "L'Urban Lake Housing di Pordenone: un esempio di rigenerazione urbana".
L'articolo illustra, anche con una serie di immagini scattate dal collega Bit, un progetto di riqualificazione urbana realizzato nel centro della cittadina di Pordenone. Il termine rigenerazione urbana rende perfettamente l'obiettivo raggiunto dal progetto che coniuga la realizzazione/ristrutturazione di una serie di edifici con la creazione di uno spazio di fruizione pubblica intorno ad uno specchio d'acqua preesistente. Il laghetto, oltre alla funzione decorativa e paesaggistica, è anche inserito in un sistema di produzione di energia rinnovabile.

Per maggiori notizie e immagini vai all'articolo

 

pagina Rep

 

Repubblica del 25 giugno, pubblica un'intera pagina dedicata al verde pensile e all'AIVEP con un articolo curato dalla giornalista Cristiana Salvagni. L'articolo, corredato di infografiche, contiene interviste al presidente Boldini e ai consiglieri BitCrasso. In particolare l'articolo informa sulla possibilità di accedere a consistenti sgravi fiscali (fino al 65%) per la trasformazione di lastrici solari in giardini pensili.

Clicca qui per vedere l'articolo in formato pdf.

 


 

logo RadioRaiRaiBaoBabRadioRai 1, nell'edizione del 2 luglio 2014 della trasmissione BaoBab, intervista il presidente di AIVEP sulle tematiche del verde pensile e sulle nuove possibilità aperte dalla legge 10/2013.
Ascolta qui l'intervista audio.

 


 

logo ConafL'uffico stampa del CONAF (Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali) emette il 4 luglio 2014 un comunicato stampa a margine del convegno nazionale “Il futuro verde delle città italiane – Attuazione della legge 10/2013. Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”, che si è tenuto a Roma, in Campidoglio. Il convegno, coordinato da Massimiliano Atelli, presidente del Comitato per lo sviluppo del verde pubblico ha ospitato, tra gli altri, interventi del presidente del CONAF Andrea Sisti e del presidente dell'AIVEP Giorgio Boldini. In particolare, sul tema dell’integrazione fra verde pubblico e verde privato, il comunicato stampa cita Giorgio Boldini, che sottolinea che "...L’art. 6 della Legge 10/2013 prevede che gli Enti Locali, in particolare i Comuni, adottino misure per regolamentare la quantità e la qualità del verde di pertinenza degli edifici e delle aree di proprietà dei privati: un dettato fortemente innovativo che dovrebbe essere inserito e trattato nei Piani e nei Regolamenti del Verde dei Comuni".
Leggi qui il comunicato stampa in versione integrale.